• giovedì , 25 febbraio 2021

Come illuminare ampi spazi esterni

L’importanza dell’illuminazione dell’indoor e dell’outdoor non ha bisogno di essere sottolineata. La luce ha un ruolo funzionale ma possiede anche un’importante funzione estetica. Attraverso l’illuminazione si può sopperire al bisogno di vedere correttamente ma si può anche arredare, creare atmosfera, trasformare un ambiente. E questo vale sia per l’interno che per l’esterno.

Ma se per illuminare un piccolo giardino  o un piccolo terrazzo ci vuole poco, come comportarsi quando lo spazio da illuminare è vasto? Come illuminare gli ampi spazi esterni?

Perché è importante l’illuminazione degli spazi esterni

Nel momento in cui si progetta un giardino si dovrebbe progettare anche l’illuminazione dello stesso. Questo è quello che avviene, normalmente, nell’indoor. Nel progetto di una casa sono infatti winter-garden-2721407_1920 sempre inclusi i punti luce.

Ma l’illuminazione esterna non è meno importante di quella interna. Una corretta illuminazione ci permette non solo di vivere il giardino a 360 gradi ma anche di viverlo in sicurezza, consentendoci, ad esempio, di camminare tranquillamente anche la sera senza correre il rischio di inciampare, di avere una buona visuale, di monitorare eventuali presenze indesiderate. Una buona illuminazione è infatti anche un deterrente per i malintenzionati.

Un’adeguata illuminazione deve garantire funzionalità e sicurezza senza mai perdere di vista le esigenze estetiche.

Non è sufficiente posizionare qualche luce qua e là ma, occorre collocare le fonti luminose in modo strategico scongiurando il rischio di lasciare al buio i camminamenti, l’ingresso di casa e tutte le aree riservate alla convivialità.

Una progettazione ben fatta deve prevedere l’esclusione delle zone d’ombra per consentire di monitorare l’intera area anche durante le ore notturne. Il tutto senza eccedere, con il giusto equilibrio.

Tipologie di lampade per spazi esterni

A seconda dell’area da illuminare, e indipendentemente dalla grandezza dello spazio da illuminare, per gli spazi esterni si può scegliere tra applique per esterno, lampioni e lampioncini, plafoniere da esterno, faretti da incasso per esterno, proiettori, applique per esterno, lampade solari.

Quando lo spazio esterno è grande

Quando lo spazio esterno è molto vasto è necessario suddividerlo a zone. Una suddivisione del genere è utile a capire che tipologia di illuminazione è più adatta ad un’area. La zona solarium, si suppone che la sera non sarà cosi utile, mentre la zona comfort ,dove sicuramente saranno allestite cene sotto le stelle, necessiterà di una illuminazione funzionale.

Dividere lo spazio esterno a zone, proprio in funzione del loro utilizzo, risulta quindi importantissimo per capire se in una determinata area occorre un’illuminazione funzionale o un’illuminazione scenografica. Dopo aver definito quello che è lo scopo di ciascuna area è possibile  occuparsi della scelta delle luci più appropriate per ciascuna.

Come illuminare le aree  funzionali

Si può affermare che le aree esterne che necessitano di un’illuminazione funzionale sono: i percorsi, i cancelli, le zone pranzabili, le aree gioco,  l’area relax con divani e chaise longue, la piscina. Tutte le vie di accesso all’abitazione devono essere adeguatamente illuminate: i cancelli, le porte, i portoni, i citofoni,  devono avere un’ottima visibilità anche durante la notte.

Sono tantissime le soluzioni volte ad illuminare le aree funzionali: i faretti lungo i percorsi, luci ad incasso, ideali per i sentieri, per le scale, per i muri, le lampade a sospensione per l’area pranzabile. Andiamo a vedere ognuna nel dettaglio.

L’illuminazione giusta per camminamenti e ingressi

Per i passaggi e i percorsi, sono perfetti i faretti ad incasso, purché si abbia l’accortezza che l’erba del prato non ostruisca il fascio di luce. Si tratta della soluzione migliore per illuminare le scale esterne, in quanto non costituisce un ingombro pericoloso e consente di evidenziare ogni singolo gradino. Per questo tipo di aree si può optare per le luci neutre.

L’illuminazione giardino per le pranzo e le aree relax

Per godersi le cene all’aperto occorre garantire una buona visibilità attorno al tavolo. In tal caso la scelta del materiale elettrico adatto comprende le luci a sospensione che, daranno anche un tocco di classe al gazebo o al portico dove è allestita la zona pranzabile.

È necessario anche illuminare l’area della zona cottura, in questo caso può essere un fascio di luce ben direzionato sulla zona cottura che permetterà di cucinare i  piatti in condizioni sempre ottimali senza interferire con la scenografia complessiva.

Anche la zona relax allestita con poltrone, divani e chaise longue richiede l’adeguata illuminazione: più tenue ma adeguata.

Quando lo spazio da illuminare è lontano da qualsiasi fonte di energia elettrica, si può optare per le lampade a led portatili e ricaricabili che consentono di  illuminare anche gli angoli più lontani oppure per le lampade ad energia solare.

L’illuminazione scenografica

La luce vanta uno straordinario potere scenografico: riesce ad evidenziare elementi meritevoli di esserlo. Per questo l’illuminazione scenografica riveste un ruolo molto importante perché può mettere in primo piano elementi importanti come fontane, statue, alberi, aiuole, facendoli risaltare al meglio.

L’illuminazione degli alberi da risultati eccellenti, soprattutto con alberi particolarmente belli.

Per illuminare le aiuole, i dettagli o le piccole siepi,  si può optare per luci orientate verso il basso.

Come risparmiare per l’illuminazione del giardino

Diversamente da quanto avviene con le luci interne, le luci del giardino restano accese per molte ore. È dunque importante orientarsi per le soluzioni migliori per tenere sotto controllo i consumi e limitare l’inquinamento luminoso. Per creare un’atmosfera calda e accogliente in giardino o in terrazzo non è necessaria troppa luce. L’illuminazione non deve abbagliare e non deve recare  disturbo ai vicini.

La soluzione più idonea sono sicuramente le luci a led che permettono un buon risparmio energetico e che possono garantire gradazioni di diversa temperatura. Le lampadine LED non solo fanno tanta luce ma consentono di avere un risparmio energetico di circa il 90% rispetto alle vecchie lampadine a incandescenza

Scegliere la giusta gradazione evita il fastidioso ed inutile eccesso luminoso, ma evita altresì le zone d’ombra che renderebbero poco sicura la tua area esterna.

La corretta  illuminazione rende quindi più belli, più funzionali e più confortevoli gli spazi esterni, indipendentemente dalla loro grandezza.

Related Posts

best gaming chair under 100