• sabato , 5 dicembre 2020

Policarbonato alveolare: caratteristiche ed impieghi

Quando si parla di policarbonato ci si riferisce ad una resina del poliestere, di un polimero termoplastico che si ottiene dall’acido carbonico. Gli impieghi del policarbonato risalgono al 1960 e nel policarbonato alveolarecorso degli anni sono aumentati in maniera esponenziale per le caratteristiche, le peculiarità ed i vantaggi di questo materiale che vanno dalla trasparenza, alla resistenza termica e meccanica, alla durezza.

Caratteristiche policarbonato

Il policarbonato vanta un’alta resistenza meccanica ed un’elevata resistenza all’urto. È facilmente lavorabile all’utensile ed è termo formabile.

I suoi campi di applicazione sono tanti e diversi in particolare riguardano l’edilizia, dove viene largamente impiegato per realizzare le coperture antigrandine e per proteggere macchinari e strumenti di movimentazione per i quali è richiesta l’infrangibilità.

Le tipologie di bicarbonato sono due: alveolare e compatto.

Policarbonato alveolare

Il Policarbonato alveolare è un tipo di struttura che garantisce un K termico contenuto abbinando così efficienza e leggerezza. Proprio per la sua struttura e le sue caratteristiche, il policarbonato Alveolare è il materiale adatto per tutte le occasioni in cui sono richieste un elevato isolamento termico, un ottimo rapporto peso e resistenza meccanica, un eccellente passaggio di luce, la massima sicurezza e resistenza, un’elevata stabilità. Queste sono tutte peculiarità del policarbonato alveolare possiede tutte queste caratteristiche.

Impieghi del Policarbonato alveolare

Il policarbonato si usa in tantissimi settori: nel settore ottico, nel campo dei trasporti, nell’industria, nel settore elettronico, nell’edilizia, nel settore digitale, in campo medico. Per quel che concerne l’edilizia tra gli utilizzi del policarbonato alveolare citiamo:

  • la realizzazione di shed, lucernari, pensiline, controsoffittature trasparenti nell’edilizia industriale
  • la realizzazione di passaggi pedonali, cabine, pensiline, pareti divisorie e parapetti nell’arredo urbano
  • vetrate isolanti con ottima resistenza agli urti, controsoffitti, pareti divisorie nell’edilizia sportiva per realizzare
  • la realizzazione di rivestimenti di serre dove occorre un buon isolamento termico, e dove è indispensabile un’ottima resistenza all’invecchiamento nell’agricoltura.

Inoltre, troviamo il policarbonato in tantissimi oggetti di uso comune, ad esempi si usa per la realizzazione di lenti per occhiali, per realizzare gli obiettivi per macchine fotografiche, per costruire gli scafandri delle fotocamere subacquee, e, ancora, per CD, DVD, Blu-ray, involucri esterni di smartphone e cellulari, plafoniere, protezioni antinfortunistiche caschi.

Manutenzione Policarbonato alveolare

Le lastre in policarbonato alveolare che si trovano all’esterno, come le pensiline o le coperture possono essere pulite con la pioggia. Se si verifica un forte imbrattamento, le lastre si possono pulire usando una soluzione acquosa con sapone neutro, senza abrasivi né solventi. Si può procedere facendo un prelavaggio con sola acqua tiepida, e poi si può pulire con l’aiuto di spazzole morbide e con saponi alcalini o detergenti domestici in acqua calda. L’operazione si può ripetere più volte, ma sempre avendo cura di evitare di rigare la superficie con corpi abrasivi. Infine, si risciacqua con sola acqua e si asciuga con panni morbidi. Per rimuovere macchie di olio o catrame si può usare alcool o solvente, avendo cura di risciacquare abbondantemente con acqua detergente tiepida.

Le lastre in policarbonato alveolare si rivelano quindi delle ottime alleate in tantissimi settori: sono facili da installare, vantano un’alta resistenza agli urti, garantiscono un’ottima trasmissione luminosa e sono facili da pulire.

Related Posts

best gaming chair under 100