• venerdì , 12 Luglio 2024

Investimenti: ecco come scegliere quello giusto

Roma, 7 giugno 2023 – In un clima di inflazione e incertezza economica come quello in cui stiamo vivendo, è importante tutelare i nostri risparmi e investire in modo corretto. Sentiamo spesso parlare della parola “diversificazione“, ma quando ci sia affaccia al mondo degli investimenti, soprattutto per un neofita, è difficile scegliere la strada giusta da prendere.

Quanti tipi di investimento ci sono? E cosa fare per non incorrere in errori? Ci parla di questo tema il Dott. Fabio De Domenico, consulente finanziario e senior partner di una delle più importanti banche d’affari.

Quali sono le varie tipologie di investimento?

“Gli investimenti sono di varia natura e dipendono da molti fattori, come ad esempio il tempo che
abbiamo a disposizione per investire i nostri risparmi. Le tipologie principali sono le obbligazioni, le azioni e i fondi comuni di investimento, anche detti OICR (organismi di investimento collettivo del risparmio). I primi fondi comuni di investimento risalgono al 1970 e costituiscono uno strumento a tutela del risparmiatore, perché gestito attivamente da operatori professionali.

Il livello di rischio delle varie asset class cambia in funzione della tipologia di investimento: l’investimento obbligazionario, che sia a tasso fisso o variabile, è sicuramente più prudente perché si ha una certezza dell’interesse che si andrà a maturare. Le azioni invece hanno un rischio più elevato, in quanto è come se si comprasse una parte dell’azienda di cui si acquista le azioni. Qui non vi è certezza dell’andamento dell’azienda, dunque non se ne può prevedere il rendimento effettivo. Inoltre per questo tipo di investimento servono delle tempistiche più dilatate per vedere un risultato, almeno 7/10 anni“.

Tra tutte queste tipologie, come scegliere l’investimento più adatto a noi?

“È fondamentale affidarsi ad un professionista che ci possa guidare nelle scelte di investimento a seconda delle nostre esigenze e dei nostri obiettivi. Nel tempo il professionista ci potrà supportare, anche in situazioni particolari di mercato come quello che abbiamo vissuto nel 2022, rassicurandoci e consigliandoci sempre al meglio”.

Esiste un importo minimo per poter cominciare ad investire?

“In realtà non esiste un importo minimo, perché l’investimento può cominciare anche da un piano di risparmio, in cui si va a destinare una parte del proprio reddito all’accantonamento, il quale successivamente verrà indirizzato verso la tipologia di investimento più adatta alle esigenze della persona. Per altre tipologie invece, come le gestioni patrimoniali, è necessario un patrimonio più importante con investimenti dedicati, come l’arte oppure tutto ciò che è tecnologia e futuro, dall’intelligenza artificiale al metaverso”.

Cosa ne pensi delle criptovalute?

“Accostare le criptovalute agli investimenti è sempre un tema molto delicato, in quanto la criptovaluta non è un asset reale e c’è molta più speculazione“.

Per maggiori informazioni su come proteggere i propri risparmi potete contattare direttamente il Dott. Fabio De Domenico scrivendo una email a fabiodedomenico@pec.it oppure chiamare il +39 338.2209464.

Related Posts

best gaming chair under 100