• lunedì , 30 Gennaio 2023

Carrelli per la ristorazione, come sceglierli

In un ristorante tutto deve funzionare alla perfezione, ogni singola azione deve essere sempre coordinata tra il personale, in modo che ogni cliente aspetti il meno possibile la sua ordinazione. Ecco perché alcuni optano per i carrelli per la ristorazione. Questi strumenti possono veramente dimezzare i tempi per il trasporto delle cibarie tra i vari clienti. Ovviamente ci sono delle considerazioni e delle distinzioni da fare in base al tipo di ristorante.

Carrelli per la ristorazione: non sono tutti uguali

Generalmente un ristoratore quando sceglie la location del proprio ristorante, cerca sempre materiali accattivanti per rendere la sua attività particolare e concorrenziale. Oggi giorno di luoghi dove mangiare ce ne sono molti, ecco perché bisogna essere sempre unici e stupire con effetti speciali. Si cercano quindi oggetti raffinati come per esempio stoviglie di marca, pentolame antiaderente e così via. Molte volte però ci si dimentica di acquistare strumenti utili che potrebbero aiutare il personale a svolgere il lavoro in tempi ridotti. Ne sono un chiaro esempio i carrelli per la ristorazione.

Questi speciali strumenti permettono di trasportare più comande in contemporanea in diversi tavoli, nonché trasportare strumentazione da un piano all’altro e anche in cucina possono essere molto utili. Ovviamente questi carrelli non sono tutti uguali, per esempio sono di grandezza diversa. In questo caso bisognerà scegliergli in base alla dimensione del proprio ristorante. Ovviamente se la sala è piccola non si sceglierà il carrello più grosso o quello a due ripiani. Ogni carrello dovrà essere provvisto di rotelle che ne permettono il trasporto. Alcune versioni per esempio ne sono sprovvisti in quanto fungono solo da vassoi e trasportati da un piano all’altro con l’ascensore.

Quali carrelli per la ristorazione sono più gettonati

Ovviamente i ristoratori professionisti sanno quali sono i carrelli per la ristorazione più idonei. Per esempio una prima caratteristica che devono avere è il ripiano in acciaio inox facilmente pulibile con soluzioni a base di alcool e cloro. La leggerezza è fondamentale, più il materiale è pregiato, più ovviamente è costoso ma è anche di facile trasporto. Ovviamente se il personale è strettamente femminile, un carrello pesante non servirà a molto, in quanto con il peso dei piatti diventerà ingestibile. Un altro punto da considerare è la scelta delle ruote, ci sono quelle che non lasciano i segni, quelle da esterno, per esempio se i tavoli sono disposti in giardino o le ruote antiscivolo in presenza di ambienti bagnati. A tal proposito, anche durante le pulizie, la scelta del carrello è fondamentale, oltre alle ruote, bisognerà che il prodotto sia robusto e diviso a scompartimenti stagna per disporre il materiale. Anche il carrello che si usa in cucina è differente rispetto a quello che si utilizza per trasportare le varie cibarie. Quest’ultimo deve essere di materiale robusto, adatto a sorreggere pentole e pentoloni, non dovrà bruciarsi in caso di materiale incandescente e anch’esso dovrà essere facile da pulire. Insomma prima di acquistare il materiale per il proprio ristorante è buona norma informarsi e sfogliare i cataloghi di prodotti alberghieri in modo da fare la spesa una volta sola ed esserne soddisfatti per molto tempo.

Related Posts

best gaming chair under 100