• venerdì , 18 giugno 2021

Test Covid-19, quali sono? Tutte le tipologie disponibili

Nella lotta contro il Covid-19, gli strumenti diagnostici sono fondamentali per individuare i positivi e tenere traccia del virus. Attualmente quelli che conosciamo e che vengono utilizzati sono tre: molecolare, antigenico e sierologico.

I test hanno affidabilità, modalità di utilizzo e finalità diverse, alcuni vanno usati in sinergia per avere un quadro completo della situazione del paziente. Vediamoli nel dettaglio.

Test molecolare

Il test molecolare è quello più affidabile perché rileva se l’infezione è presente al momento, in altre parole, fotografa la situazione in tempo reale.coronavirus

L’esame avviene tramite prelievo del muco presente sulla mucosa del rinofaringe e dell’orofaringe tramite un tampone naso-faringeo.

Il prelievo avviene tramite un bastoncino che all’estremità ha del cotone, con il quale tampona la mucosa del naso e del cavo orale per prelevare il campione che sarà poi analizzato. Una pratica indolore che può provocare, nei soggetti più sensibili, un lieve fastidio.

Il campione prelevato viene analizzato in laboratorio dove si procedere all’estrazione, purificazione e ricerca dell’RNA virale ( genoma del virus SARS-CoV-2) tramite la metodica molecolare real-time RT-PCR.

Dopo l’analisi si può sapere se un soggetto è positivo o negativo all’infezione da Covid-19. Il risultato è certo.

Test (rapido) antigenico

Il test rapido antigenico, conosciuto come test rapido, ha come caratteristica la velocità di diagnosi, in quanto rileva la positività al virus in 15-30 minuti, contro le 24-48 ore del molecolare.

Il prelievo avviene come per il tampone molecolare, ovvero, tramite tampone naso-faringeo, ma l’affidabilità è inferiore, perché riesce a rilevare solo le proteine superficiali del virus chiamate antigeni e non il genoma virale.

Se il test rapido risulta positivo, bisogna confermare o escludere l’infezione eseguendo il tampone molecolare.

Il test rapido è stato inserito per lo screening dei passeggeri negli aeroporti e porti e nelle scuole, con lo scopo di semplificare l’identificazione di casi positivi, così come l’isolamento e il tracciamento.

Test sierologico

Il test sierologico qualitativo rapido è un test che viene effettuato tramite il prelievo di una goccia di sangue per scoprire se un soggetto è entrato in contatto con il virus e il suo sistema immunitario ha sviluppato anticorpi. Sono disponibili anche kit come Autotest Covid-19 Biosynex che è possibile eseguire anche a casa, seguendo attentamente le istruzioni.

Il test sierologico quantitativo è in grado di rilevare la quantità degli anticorpi prodotti dall’organismo. Quelli coinvolti sono le immunoglobuline lgM e lgG, le prime sono prodotte quando c’è l’infezione, le seconde dopo che il livello delle prime scende.

Questo vuol dire che la presenza di una delle due fa capire se l’infezione è avvenuta recentemente (lgM) o nel passato (lgG). I diversi studi condotti sulle immunoglobuline ancora non hanno accertato se un soggetto che ha sviluppato gli anticorpi lgG diventi immune al virus, pertanto, deve seguire tutti i protocolli di protezione di qualunque altra persona.

Il test sierologico rileva una positività tardiva, questo vuol dire che non bisogna utilizzarlo come unico strumento diagnostico ma, farlo susseguire dal tampone molecolare che, al momento, è l’unico test in grado di farci sapere se l’infezione è in corso.

Related Posts

best gaming chair under 100