• domenica , 26 settembre 2021

Il nuovo test salivare per COVID-19 è più semplice da usare per tutte le età

● La raccolta dei campioni col metodo salivare è più facile e rapida

● Ill test antigenico a flusso laterale per COVID-19 è stato studiato, sviluppato e prodotto interamente nel Regno Unito

● Pensato per agevolare i test per COVID-19 in scuole, luoghi di lavoro, università, case di riposo, contesti sanitari ed eventi pubblici

● Sono sufficienti solo 20 minuti per il test; inoltre valutazioni cliniche indipendenti hanno rilevato una corrispondenza del 100% con il test di routine RT-PCR, parametro di riferimento in termini di precisione

● L’uso di strisce ecologiche consente di eliminare la necessità dei contenitori di plastica per le cartucce e i relativi costi di trasporto

Primo impiego

In una prima fase, l’uso di questa metodica viene riservata alle persone con disabilità, ospiti di strutture residenziali o semiresidenziali, dove il controllo sulla diffusione del virus deve essere effettuato almeno una volta al mese.

I vantaggi

L’Unità di crisi nel suo protocollo inviato ai gestori delle strutture e agli Enti gestori delle Politiche sociali evidenzia come i test salivari presentino senza dubbio una serie di vantaggi a fronte di una sensibilità media non molto inferiore in termini di precisione a quella dei tamponi naso-faringei, alla minor invasività alla facilità di esecuzione. Il sistema rappresenta dunque una svolta per le persone che, come appunto i disabili, possono presentare una minor tollerabilità ai tamponi naso-faringei, tanto che a volte è molto difficile il prelievo.

Analisi in laboratorio

L’unico neo se così si può dire è che iI test salivari non danno un risultato immediato, ma devono essere processati presso un laboratorio, come quelli molecolari a meno che non si tratti di test rapidi. È importante sottolineare che ad oggi, l’approccio diagnostico standard rimane quello basato sulla ricerca dell’RNA nel tampone rino-faringeo e nessun test per lo meno attualmente lo può sostituire. Tuttavia, già moltissime regioni e ospedali hanno acquistato milioni di questi test e iniziato delle forti campagne di screening dirette su tutti gli operatori sanitari che, essendo a stretto contatto con i pazienti, rappresentano un forte pericolo di diffusione dell’epidemia. Questo fa supporre che il test tutto sommato sia uno strumento di prima diagnosi piuttosto valido.

Prendiamo uno dei test rapidi da poco in commercio, ad esempio il nuovo test salivare covid, quello di ScreenPharma e vediamo quali sono le caratteristiche principali. Il Test rapido per l’antigene COVID-19 (Fluido orale) è un test mono-uso destinato ad individuare il nuovo coronavirus SARS-CoV-2 che causa il COVID-19 nel fluido orale umano, Il test è progettato per l’uso domestico1 con l’auto-raccolta dei campioni di fluido orale da individui sintomatici che si sospetta siano stati infettati dal virus COVID-19. Il Test rapido per l’antigene COVID-19 (Fluido orale) fornisce solamente un risultato preliminare, la conferma finale deve essere basata su risultati di diagnostica clinica. l Test rapido per l’antigene COVID-19 (Fluido orale) è un test immunologico qualitativo basato su membrana per la determinazione degli antigeni di SARS-CoV-2 nei campioni di fluido orale umano. Screen è un Self Test monouso pensato per l’individuazione del nuovo coronavirus Sars-CoV-2 nel fluido orale umano. Risultato in 15 minuti.

Related Posts

best gaming chair under 100