• sabato , 25 maggio 2019

Come diventare personal stylist

Per poter diventare un personal stylist dovete come prima cosa familiarizzare con il mondo della modo attraverso la stampa e le riviste di settore, in modo da essere sempre aggiornati sulle ultime tendenze in merito. Quello della moda è un mondo molto variabile perché le sue direttive cambiano di stagione in stagione, quindi un aggiornamento costante è fondamentale.

Per intraprendere un proprio percorso di studio si può in primo luogo pensare ad un corso di moda e di design oppure rivolgersi a delle scuole specializzate come http://www.ifda.it/ e successivamente si potrebbe frequentare uno stage di almeno sei mesi all’interno di aziende del settore in modo da provare la propria formazione sul campo e entrare nel mondo del lavoro. Anche da stagista o da apprendista potrete mettere alla prova quelle nozioni apprese a livello teorico.

Per iniziare a lavorare in proprio come personal stylist dovete cercare qualcuno che abbia bisogno di un consulente professionista per il proprio look. Sono in genere le persone che vivono sotto i riflettori ad avere bisogno di un consulente di questo tipo ma incontrare le celebrità del mondo della tv e dello spettacolo non è poi così semplice da soli.

Iniziare dal basso non è sufficiente, bisogna indirizzare la propria carriera nell’ambito della moda dove si è più forti. Inutile provare la strada della haute couture se ciò che viene meglio è il pret-a-porter: esistono poi dei sotto-settori in cui specializzarsi ulteriormente.

All’inizio sarà complicato scegliere un ambito, ma durante gli studi si verrà sicuramente a contatto con ciò che si preferisce fare. Bisogna anche considerare la realtà dei fatti: gli stilisti più noti al mondo realizzano capi particolari per pochissime persone selezionate (e comunque mai per sé stessi), mentre la stragrande maggioranza degli abiti portati dalla gente normale sono realizzati da professionisti poco conosciuti.

È utile indirizzare la propria matita sui bisogni reali delle persone che poi verosimilmente acquisteranno la collezione, ad esempio osservando i capi della concorrenza e valutandone difetti e pregi, per poi elaborare una propria idea che sia vincente sin dall’inizio senza bisogno di modifiche e permetta quindi buoni guadagni.

Vi dovrete quindi affidare ad agenzie specializzate o a agenzie interinali per cercare lavoro, tenendo sempre d’occhio le offerte che vengono pubblicate sui siti internet delle aziende di moda. Avrete sicuramente bisogno di un blog personale o si un sito internet per promuovere la vostra professione e questo può funzionare come una vetrina personale in cui offrite consigli di tutti i tipi. Offrite sempre la vostra disponibilità per consulenze di vario genere, che saranno richieste soprattutto da chi deve essere impeccabile in alcune occasioni speciali.

Potete anche individuare una serie di negozi della vostra città in collaborazione dei quali vi piacerebbe lavorare, che vendono quei capi che sono adatti ai vostri clienti. Anche loro potrebbero mettervi in contatto con persone che sono alla ricerca di una consulenza per il proprio stile. Non uscite mai di casa senza i vostri biglietti da visita.

Related Posts